Contabilità avanzata

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Il corso si occupa della contabilità in senso stretto. Si presenta come l’estensione naturale del corso base, per questo motivo mantiene un taglio spiccatamente pratico e snello. Il canditato, al termine del percorso, avrà formato il pensiero economico sottostante all’architettura operativa; sarà in grado di svolgere autonomamente l’incarico di contabile, grazie ad un fitto intreccio fatto di lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche. Per una qualsiasi impresa, avere un sistema informativo contabile è di primordiale importanza; saper valutare e sintetizzare in termini quantitativi le operazioni di gestione discrimina tra imprese performati e non.
In questo contesto si colloca la formazione tecnico – contabile: garantire una padronanza dei mezzi per trarne un vantaggio economico.

DURATA E STRUTTURA DEL CORSO

Il corso prevede 40 ore, due ore a settimana da inizio ottobre a metà febbraio.
Al termine del corso verrà svolto un esame per il rilascio di un attestato di frequenza.

CONTENUTI DEL CORSO

  • 1° MODULO: Il sistema dei fatti di gestione e il modello contabile nazionale.
    In questo modulo si affrontano le nozioni di costo, ricavo, attività, passività e patrimonio netto.
    Esse rappresentano la natura di tutte le grandezze osservabili in bilancio. Si mostreranno quindi la situazione patrimoniale e la situazione economica con l’obiettivo di comprendere le dinamiche e le grandezze con cui si lavora (immobilizzazioni, attivo circolante, patrimonio di terzi e patrimonio proprio).
     
  • 2° MODULO: I fatti di gestione e la loro rilevazione.
    L’obiettivo, in questo modulo, è quello di rendere il candidato indipendente nella rilevazione dei principali fatti di gestione che avvengono con i terzi. Si darà conoscenza dei fatti di gestione che riguardano: acquisti/vendite, crediti/debiti di natura commerciale e finanziaria, magazzino, rapporti con il personale dipendente, rapporti con la banca, acquisto/vendita/permuta di beni immobili. Il modulo ha carattere pratico per sua predisposizione, ma sarà affiancato dall’esposizione delle aree di gestione. Al termine del modulo verranno ripresentate le situazioni economica e patrimoniale mostrando come ci sia continuità tra partita doppia e documenti sintetici.
     
  • 3° MODULO: Il principio di competenza economica.
    Spiegazione del principio e manifestazioni pratiche di esso: ratei, risconti e ammortamenti. Dalla situazione patrimoniale allo Stato Patrimoniale. Dalla situazione economica al Conto Economico. I fatti di gestione, che si sono verificati durante l’esercizio con soggetti terzi, trovano compimento nei documenti finali.
     
  • 4° MODULO: Il Bilancio di esercizio
    La disciplina di riferimento, la struttura del Bilancio e i relativi principi di realizzazione sono contenuti nel Codice Civile italiano. Il candidato verrà posto nella condizione di avere uno sguardo critico nei confronti del Bilancio. Da ultimo verranno prese in considerazione le parti di minor rilevanza del Bilancio.

TESTO ADOTTATO

Non viene suggerito un testo specifico. Il materiale viene completamente messo a disposizione dal docente attraverso slide ed esercitazioni.